Siamo sicuri?

miroblogCome non è difficile notare passando da Vallegioliti, è stato rimosso l’intonaco nella parte inferiore delle pareti esterne della Chiesa parrocchiale di Santo Stefano e della facciata di parte della casa parrocchiale. Il motivo di questo intervento è che a breve l’intonaco sarà rifatto da una ditta specializzata in intonaci antiumidità, nella speranza di risanare i muri dell’edificio, da sempre molto soggetti all’umidità.
Nelle scorse settimane sono state riempite un po’ di buche nell’asfalto della Provinciale 3 tra Vallegioliti e S. Antonio, compreso il tratto di Via Romagnoli. Un intervento non disprezzabile, ma certamente molto, molto lontano dalle esigenze che richiederebbero le condizioni della strada… la situazione disastrata del manto stradale in paese è stata recentemente anche aggravata da un guasto nelle condutture dell’acquedotto che domenica 15 maggio ha costretto ad un intervento proprio nei pressi dell’incrocio di Vallegioliti, a fianco della chiesa, dove ora è presente un nuovo bel “buco”, attualmente tamponato con una quantità di asfalto risibile…
Negli ultimi giorni nella piazza di Vallegioliti è stata sostituita la rete di recinzione. Se l’intervento attuato è terminato così come ora appare, non si può che provare un brivido freddo al sol vederlo. In un luogo dove ogni intervento negli ultimi anni è stato all’insegna della massima incongruenza estetica e funzionale, questo pare l’unico intervento perfettamente determinato da una certa coerenza! Peccato che fosse forse l’unico intervento che avrebbe dovuto essere guidato principalmente dai principi della massima sicurezza… è stata infatti ripresa su tutti i lati delimitati la staccionata in ghisa posta nel lato a dividere la piazza dalla strada, prosecuzione di Via Romagnoli, che porta alla sede Avis. Certo questa solida staccionata potrà meglio reggere l’urto di qualche incauta manovra automobilistica rispetto alla rete metallica di prima, ma non si può certo dire che garantisca la medesima sicurezza alle persone, e non tenendo conto solo di bambini e ragazzi, soprattutto in una piazza che ha un lato aperto su un dislivello che si misura in metri…. Una staccionata con spazi così ampi tra gli elementi e che per sua struttura a dimensioni consente agevolmente la seduta e lo scavalco, posta a “protezione” in una simile posizione non può che far venire i brividi lungo la schiena… speriamo di no, ma se così rimarrà la situazione, consigliamo vivamente ai genitori che usufruiscono della piazza, che è peraltro adiacente ed accesso al parco giochi, di prestare moltissima attenzione ai movimenti dei propri figli!
Suggeriamo inoltre a turisti, camminatori, trekker, ciclisti e motociclisti di NON FIDARSI granché della nuova cartina apposta nella bacheca della medesima piazza, oltre ad essere di una pochezza a dir poco imbarazzante ai fini escursionistici, presenta alcuni palesi e madornali errori nella sentieristica, anche in quella suggerita, che potrebbero portarvi disorientamento e una errata valutazione degli spazi e dei luoghi da percorrere.
In ultimo vi ricordiamo che sabato 14 si è inaugurata a Vallegioliti una mostra di pittura dedicata al territorio. La mostra “TerraMia”, organizzata dall’Associazione Mirò. La mostra sarà ancora visitabile nei locali dell’ex-bottega del paese, di fronte all’Ufficio postale di Vallegioliti, fino a domenica 29 maggio, il sabato e la domenica dalle 10,00 alle 12,00 e mercoledì e venerdì mattina dalle 10,00 alle 12,00.  Tra le opere esposte e realizzate durante l’estemporanea è stata scelta l’opera che rappresenterà il Concorso letterario “Voci di Notte – Terra Mia”, sempre indetto dall’Associazione Mirò, e che sarà pubblicata sulle cartoline invito e sulla copertina dell’antologia del concorso. Tutte le info su queste iniziative su: www.associazionemiro.org. A presto!

lavmay16
La Chiesa di Santo Stefano con l’intonaco rimosso, l’ennesima buca raffazzonata, nei pressi dell’incrocio di Vallegioliti e la nuova staccionata nella piazza…