Per un posto sicuro

miroblogInformiamo i cittadini di Villamiroglio che c’è un nuovo bando per la richiesta di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto per i cittadini di Casale Monferrato e di tutti i 48 Comuni compresi nel Sin (Sito d’Interesse Nazionale) casalese, in cui è compreso anche Villamiroglio.
Il bando resterà aperto dal 20 ottobre 2016 al 20 gennaio 2017 e prevede un contributo pari a 30€ per ogni metro quadro di superficie bonificata, fino a un limite massimo pari al 50% delle spese sostenute.
Le domande, corredate dalla documentazione fotografica che illustri le coperture o i feltri presenti, potranno essere presentate al Comune di Casale Monferrato, in via Mameli 10, allo Sportello Unico Amianto (cortile centrale, 1° piano).
Il bando e la modulistica si potranno scaricare dal sito internet del Comune www.comune.casale-monferrato.al.it oppure potranno essere richiesti all’ufficio Sportello Unico Amianto – Settore Tutela Ambiente del Comune di Casale Monferrato in via Mameli 10 e agli Uffici Tecnici Comunali dei Comuni facenti parte del Sin.
Le domande effettuate negli anni precedenti non devono essere ripresentate: le precedenti graduatorie, infatti, continueranno a essere valide.
A proposito di amianto, la ditta Cosmo s.p.a. ha inviato una comunicazione ai cittadini ed amministratori di Villamiroglio. In seguito al rinvenimento di eternit (manufatti in amianto) nel ritiro domiciliare dei rifiuti ingombranti, dal 3 ottobre 2016 non saranno più accettate prenotazioni di conferimenti generici (come “sacco di materiale vario” scatola di materiale vario”, etc…), ovvero di materiale la cui natura non è immediatamente riconoscibile a vista dagli addetti, né da parte dei cittadini privati, né da parte del Comune medesimo. Lo smaltimento dell’amianto deve essere affidato a ditte competenti nel trattare questo materiale mortalmente inquinante, non mettete in pericolo l’ambiente e la salute degli operatori Cosmo che si occupano del servizio di smaltimento rifiuti!!
Sono intanto in corso i lavori di restauro del Monumento ai Caduti di Vallegioliti, e anche le campane della parrocchiale hanno avuto lavori di manutenzione, dove sono stati anche rifatti gli scalini che collegano la sede stradale con il sagrato, foderati in pietra come gli scalini. Peccato solo che l’intervento non sia stato eseguito prima dei lavori di tinteggiatura della facciata della chiesa.
Vorrei chiudere con un paio di note sul monumento a Padre Pio a Vallegioliti. Sono stati trovati di nuovo 2€ sul monumento a Padre Pio, che saranno inseriti nelle offerte della Parrocchia di Vallegioliti, ma vorrei di nuovo ricordare che il monumento non è un sacrario gestito da enti religiosi, e pertanto non è consigliabile lasciare offerte in denaro sul monumento, anche se di pochi euro. Nell’area del monumento è stata altresì posta una bacheca con una copia della cartina già presente nella piazza. Essendo la medesima cartina, che presenta le medesime imbarazzanti pochezze ed errori, non si può che sconsigliarne l’uso per scopi escursionistici. A presto.

L’avviso di Cosmo s.p.a.
I lavori ai gradini del sagrato della Chiesa di Vallegioliti