Altre toppe, altri buchi…

miroblogCome forse avete notato, le campane di Vallegioliti hanno qualche problema, in particolare nel battere le mezz’ore e nei concerti che annunciano le funzioni. Purtroppo c’è un serio deterioramento al quadro di comando, che ha ormai una certa età, e andrebbe sostituito, cosa che si spera di poter realizzare appena possibile.
Proseguono sempre a Vallegioliti i lavori per la sostituzione delle tubature dell’Acquedotto in Strada Mezzalfenga, nel tratto tra l’incrocio di Via Principe a Case Curto. Questi lavori incidono forzatamente sulla struttura viaria, e magari sarebbe forse l’occasione ideale per attuare un serio rifacimento completo della pavimentazione della carreggiata, che è in più punti dissestata, tenendo conto delle parti a rischio o dove sono in corso cedimenti idrogeologici.
Proseguono, purtroppo, anche le “toppe” postume ai lavori in seguito ai pessimi lavori nei marciapiedi nel cimitero di Vallegioliti. Sabato mattina, sotto l’ideale condizione meteorologica di una pioggia battente, è stata sistemata una canalina di scolo con griglia di fronte al casellario nell’angolo in fondo a sinistra rispetto all’ingresso, dove il nuovo livello del marciapiedi era persino superiore a quello della pavimentazione del casellario stesso, un ulteriore intervento che trasmette quel che di ammissione delle gravi colpe derivate dalla realizzazione inqualificabile dei marciapiedi… ma che non pone di certo rimedio a granché… rimangono ancora altre cappelle con fondamenta esposte, pietre rotte, mancanza di regimentazione e protezione dall’accumulo di acqua, ad esempio, ma non solo nel vecchio casellario, la perdita di parti strutturali e dell’estetica, dei livelli di fuori terra e della salubrità originali delle strutture, l’interramento di tombe, della croce e del porta-bare a livello di nano… un lavoro che per essere anche solo definito tale andrebbe come minimo completamente smantellato e rifatto da capo a piedi.
Recentemente è stata pubblicata una determina inerente fornitura e posa di 40m di canaline di scolo in mezzi tubi in cemento per la Strada Comunale Crosa. Come indicato nelle mappe comunali, e ancora confermato nella carte tecniche approvate nel 2013, il nome “Strada Comunale Crosa” è segnato nel tratto che da Via Piglie, passando sotto Via Maina e dietro Via Su del Brusa, scende tramite un tratto sterrato fino al ponte sul rio accanto al monumento a Padre Pio. In realtà tali lavori stanno avvenendo lungo la strada comunale sterrata, che non risulta in nessuna mappa avere un nome specifico, che da Vie Piglie scende alla Strada Provinciale 3.

432017-(7)
L’ennesimo rattoppo (sotto la pioggia) nel cimitero di Vallegioliti