San Grato

miroblog Avendo ritrovato spezzato il cartello dell’edicola di San Grato, lungo il sentiero sul Monte Bric, Villamiroglio in Foto ha provveduto a sostituirlo con uno nuovo, che si è ritenuto meglio posizionare contro il pilone dell’edicola per prevenire avventati danneggiamenti in futuro, in modo da indicare a chi passa da quelle parti la dedicazione al santo e la particolarità dell’edicola a doppia nicchia.
Contestualmente è risultata danneggiata anche la statuetta di San Grato posta nella seconda nicchia… il bastone del Vescovo, fatto di filo di ferro, è stato piegato… dubitando che le forze della natura possano operare in tal modo, non resta che ritenere il danno dimostrazione del sentito rispetto per un’opera votiva, la fede, per Villamiroglio e per il Monferrato di qualche “buon cuore” di passaggio da quelle parti… per quanto possibile il bastone è stato raddrizzato e San Grato è tornato a sorreggere il suo emblema pastorale, seppur con un dito in meno, sperando che vegli su di noi e su di sé… preservandoci da pusillanimi brutte scivolate… di “cuore”.
Oltre ad ammirare i segni devozionali come San Grato, questo è proprio il periodo migliore per ammirare l’immensa varietà botanica che si incontra lungo i sentieri del Monte Bric, le specie di flora spontanea che crescono sono davvero moltissime e piene di colori, vi segnaliamo solo che alcuni tratti dei sentieri, in particolare tra Case Curto e San Filippo, sono invasi dall’erba ormai alta, quindi procedete con cautela per evitare brutti incontri! A presto!

Il cartello riposizionato sull’edicola di San Grato sul Monte Bric e l’atto vandalico alla statuetta del santo.